TIM: LA RETE PER L'ITALIA, IL FUTURO IN CORSO

31-07-2019   Fabio Mazzocchio Blog

Rete: la banda ULTRA-LARGA per più del 99% delle aziende e delle abitazioni italiane: 

Ci sono diverse modalità per realizzare la rete ultrabroaband, tutte basate sull'utilizzo, più o meno esteso, della fibra ottica in qualche tratto.

Nell'infografica i colori indicano le possibili combinazioni.

La linea blu indica una rete tutta in fibra, dalla centrale alla tua casa / azienda o dalla centrale all'antenna mobile 4G o 4.5 G.

L'arancione indica il tratto in rame, nel caso in cui la fibra è nella parte della rete che arriva sino alla centrale o all'armadio, lasciando in rame il resto del collegamento sino alla tua abitazione / azienda.

 

 

infografica_RETI_BB_UBB_LTE

 

 

 

L'offerta TIM di connessione in banda larga e ultralarga oggi conta oltre 10 milioni di linee broadband e ultrabradband retail (privati + Business), di cui quasi 3 milioni con velocità fino a 200 Mbps.

Sulla cartina dell'Italia le 107 province e le linee attive in ciascuna di esse. In rosso le 10 con il maggior numero.

Come mostra l’infografica la distribuzione delle connessioni è piuttosto omogenea, con una leggera predominanza nelle province del centro-nord e nelle grandi città, che naturalmente hanno un numero maggiore di connessioni. 

 

 

infografica_LINEE_BB

 

 

 

Oltre 9,5 miliardi di Gigabyte hanno viaggiato nelle nostre reti. Come dire che sono stati scaricati in un anno oltre 600 milioni di film in 4K, quindi in definizione molto alta.

A livello nazionale il volume medio di traffico per linea nell'ultimo anno è stato pari a 105,4 Gigabyte. Fra le cinque regioni che superano la media nazionale ben quattro sono del Sud, e tutte si pongono al di sopra della media nazionale.

Il volume medio è diviso in traffico “upstream” (cioè i dati immessi nella rete dall’utente) e “downstream” (cioè i dati scaricati dalla rete).

 

 

infografica_TRAFFICO_DATI

 

 

 

Fonte: www.telecomitalia.com